Elementi per una teoria della potenza destituente

1/2020, Luglio ISBN: 9788855221153pp. 109 - 124 DOI: 10.48247/P2020-1-007

Abstract

Il problema ontologico fondamentale è oggi non l’opera, ma l’inoperosità e se questa può, tuttavia, attestarsi solo attraverso un’opera, allora il concetto politico corrispondente non può più essere quello di un “potere costituente”, bensì qualcosa che si potrebbe chiamare “potenza destituente”. E se al potere costituente corrispondono rivoluzioni e sommosse, cioè una violenza che pone e costituisce il nuovo diritto, per la potenza destituente occorre pensare tutt’altre strategie, la cui definizione è il compito della politica che viene. Un potere che è stato soltanto abbattuto con la violenza, risorgerà in altra forma, nell’incessante, inesitabile, desolata dialettica fra potere costituente e potere costituito, violenza che pone il diritto e violenza che lo conserva.

Scarica l'articolo Cita l'articolo
MLA
Agamben, Giorgio. "Elementi per una teoria della potenza destituente". Pólemos I. 1. (2020): 109-124 https://www.rivistapolemos.it/elementi-per-una-teoria-della-potenza-destituente/?lang=it
APA
Agamben, G. (2020). "Elementi per una teoria della potenza destituente". Pólemos I. (1). 109-124 https://www.rivistapolemos.it/elementi-per-una-teoria-della-potenza-destituente/?lang=it
Chicago
Agamben, Giorgio. 2020. "Elementi per una teoria della potenza destituente". Pólemos I (1). Donzelli Editore: 109-124. https://www.rivistapolemos.it/elementi-per-una-teoria-della-potenza-destituente/?lang=it
RIS
BibTeX

Keyword

Contatti

info » redazione[at]rivistapolemos.it
call for paper » cfp[at]rivistapolemos.it