LO STATO DOPO HEGEL: abolizione sociale del politico?

1/2018, giugno ISBN: 978-88-31928-37-3pp. 205 - 226 DOI: 10.19280/P2018-1-011

Abstract

Come è possibile, dopo la presunta divinizzazione dello stato da parte di Hegel, pensare il suo statuto? Tutti i teorici politici tedeschi post-hegeliani, da destra (F.J. Stahl) a sinistra (i giovani hegeliani, Marx) devono confrontarsi con questa questione. A dispetto delle loro (importanti) differenze, le loro risposte, in particolare nell’opera dell’inventore tedesco della «sociologia», Lorenz von Stein, conferisce un ruolo di primo pano al nuovo concetto di «società» – una tipica nozione hegeliana.

 

Scarica l'articolo Cita l'articolo
MLA
Kervégan, Jean-François. "LO STATO DOPO HEGEL: abolizione sociale del politico?". Pólemos XI. 1. (2018): 205-226 https://www.rivistapolemos.it/lo-stato-dopo-hegel-abolizione-sociale-del-politico/?lang=it
APA
Kervégan, J. (2018). "LO STATO DOPO HEGEL: abolizione sociale del politico?". Pólemos XI. (1). 205-226 https://www.rivistapolemos.it/lo-stato-dopo-hegel-abolizione-sociale-del-politico/?lang=it
Chicago
Kervégan, Jean-François. 2018. "LO STATO DOPO HEGEL: abolizione sociale del politico?". Pólemos XI (1). Stamen: 205-226. https://www.rivistapolemos.it/lo-stato-dopo-hegel-abolizione-sociale-del-politico/?lang=it
RIS
BibTeX

Keyword

Contatti

info » redazione[at]rivistapolemos.it
call for paper » cfp[at]rivistapolemos.it